SI COMPOST 2030 - 2021

Registrazione al convegno in streaming SI Compost 2030 del 24 giugno 2021

    Gli iscritti ricevereanno il giorno precedente l’evento, all’indirizzo mail con cui si sono registrati, il link dell’appuntamento Zoom.

     

    Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali
    0,250 CFP per l’intero convegno

    N.B.: I CFP verranno riconosciuti previa partecipazione al 100% per singola sessione. Per ricevere i CFP non saranno ammesse assenze, anche parziali.

    PROGRAMMA DEI LAVORI

    ORE 10.00 – 10.30
    Registrazioni

    ORE 10.30 – 12.30
    Apertura dei lavori e saluti
    Roberto DIOLAITI Presidente AIDTPG – Ass.ne Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini
    Marco PADOVANI Ass.re Strade e Giardini Comune di Verona
    Bruno TACCHELLA Presidente AMIA Verona SpA

    Introduce e coordina:
    Massimo CENTEMERO Direttore CIC – Consorzio Italiano Compostatori
    Il Progetto Sì COMPOST 2030 tra finalità generali e percorsi locali virtuosi

    Intervengono:
    Matteo MASCIA Presidente ISSASE – Innovazione Sviluppo Sostenibile Ambientale, Sociale, Economico APS
    Sviluppo sostenibile del territorio e verde pubblico urbano: un binomio sempre più inscindibile per le amministrazioni locali

    Giulia TAMBATO Dirigente Resp.le Piano d’Azione regionale Acquisti Verdi/GPP – Regione Veneto
    Appalti Verdi/Green Public Procurement e verde pubblico: la cassetta degli attrezzi oggi

    Marco MAGNANO Responsabile Giardini AMIA Verona SpA e Responsabile CAM/GPP Acquisti Verdi Associazione Pubblici Giardini
    Verde pubblico di qualità – Utilizzo del compost nei giardini di Verona: esperienze e campi di utilizzo

    Alessandro BEDIN Delegato Veneto AIDTPG e Resp.le del Verde Comune di Montecchio Maggiore (VI)
    Presentazione foto e/o video dell’applicazione in campo del compost di qualità verificata CIC

    Lorenzo TOSI Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Verona
    Ruolo e importanza della sostanza organica in ambiente urbano

    Conclusioni:
    Stefano OLIBONI Responsabile Direzione Giardini Comune di Verona

     

    Verde pubblico di qualità per la transizione ecologica del territorio nel prossimo decennio

    “Pensare globalmente e agire localmente” può essere la miglior sintesi per rappresentare le finalità del protocollo d’intesa nazionale sottoscritto dagli enti promotori del progetto “Sì COMPOST 2030” e che ha una sua importante tappa di realizzazione nella Regione Veneto presso la Città di Verona.
    Molte le convergenze strategiche e programmatorie che interessano il settore della cura del verde pubblico urbano nelle sue funzionalità sempre più interdisciplinari anche al tempo del COVID-19, dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e del PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
    Comuni, Province e Città Metropolitane in tutto il Paese sono chiamati ad assumerne sempre più la gestione integrata in chiave ambientale, ecologica, paesaggistica, ricreativa e salutistica a beneficio di una nuova qualità della vita dei cittadini di oggi e delle generazioni future di domani.
    Il principio del miglioramento ambientale del verde pubblico va quindi di pari passo con il miglioramento delle prestazioni dei prodotti e dei servizi in chiave ecologica utilizzati in particolare nella valorizzazione dei rifiuti di natura organica.
    Importanti al riguardo la recente Strategia Nazionale del Verde Urbano e i nuovi Criteri Ambientali Minimi/ CAM obbligatori art. 34 Codice appalti per la gestione del verde pubblico (MITE-Ministero per la Transizione Ecologica) oltre al nuovo D.Lgs. 116/20 sulla gestione dei rifiuti organici che ha modificato il Testo Unico Ambientale (D.Lgs, 156/06).
    In linea con le finalità su indicate per il miglioramento della qualità delle aree verdi pubbliche interessate il progetto pilota “Sì COMPOST 2030” nella Città di Verona grazie ad una qualificata attività di networking locale e nazionale, prevede un evento di animazione territoriale distinto in due fasi di lavoro.
    La prima con l’applicazione in campo del compost di qualità verificata CIC risultante dal trattamento controllato dei rifiuti organici, su aree verdi pubbliche individuate.
    La seconda con un digital meeting per:
    a) la presentazione delle finalità del Progetto/evento, foto e/o video dell’applicazione in campo del compost di qualità verificata CIC realizzato nella fase precedente.
    b) il monitoraggio del percorso di rete locale e nazionale attivato e delle applicazioni di qualità verificata realizzate presso le aree verdi pubbliche selezionate.
    L’evento, accreditato presso l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, proposto a tutti gli operatori pubblici e privati che vogliano aggiornarsi sulle più qualificate soluzioni green (nature based solutions) che interessano il settore del verde pubblico urbano e periurbano per la miglior cura, bellezza e sostenibilità del territorio.